Pellegrinaggio Macerata Loreto 2010

Prego sotto le stelle. Cammino, cammino da diverse decine di chilometri. Sono madido di sudore, ho gore di umidità mista a sudore sulla pelle di tutto il corpo. Fa caldo, la strada che percorriamo ci porta nei pressi di una farmacia: 24° ed è notte inoltrata, le 3:07 segna un orologio posto sotto un’insegna.

Persone ai lati della strada ci guardano e cantano pregano all’unisono al ritmo dei nostri rosari. Quante volte ho pregato: 4 rosari? 5 rosari? non lo ricordo.

Testimonianze e preghiere. Canti e silenzio per raccoglierci in una preghiera muta, solitaria, personale.

Ho sulle spalle uno zaino contenente due maglioni, un quaderno per gli appunti, una bottiglia d’acqua di due litri. Oramai ho consumato più della metà delle mie scorte d’acqua: il caldo umido causato dalla camminata e di una bellissima notte estiva mi obbliga a pere spesso.

Mi giro a sinistra e vedo un’amica a destra un’altra persona a me cara, come tetto abbiamo il firmamento, canto, prego, mi raccolgo in silenzio.

E non mi fermo.

Nemmeno quando entro in ambulanza; ho il piede destro che oramai non si alza più da terra.

Non mi fermo.

Il corpo è stanco e il cuore riposa in pace.

Meglio di un sogno. Un’ideale.

L’Ideale che non è destinato a fermarsi.

Perché noi portiamo il fuoco.

E non ci fermiamo.

Pellegrinaggio Macerata-Loreto 2010

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...