Imparare a pedalare


Ogni bambino vedendo una bicicletta ha il desiderio di addomesticare quello strano cavallo. Vede gli altri che lo hanno già fatto è difficile rimanere in equilibrio: “…no è impossibile non ce la farò mai…!”. Poi per quell’ignoto effetto giroscopico sull’asse delle ruote in movimento, del momento angolare controbilanciante l’accelerazione gravitazionale terrestre sul proprio corpo, il bambino pedalando, muovendosi in avanti riesce a rimanere in equilibrio su se stesso.

Ma il bambino non conosce le leggi della fisica: per apprendere come poter stare in equilibrio si affida alla voce del padre che gli dice: “pedala! pedala! pedala sempre più velocemente! e vedrai che non cascherai!”

Quant’è commovente rassicurante avere qualcuno cui affidarsi quando vi è a tentazione di abbandonarsi al vuoto.

Quant’è importante potersi affidare ad uno che ti vuol bene.

Quant’è bello poter avere una persona da chiamare Padre.

Imparare a pedalare dal Padre

Annunci