L’ideologia: esultare per la morte di Pietro Tarricone


Sistemi talmente perfetti che più nessuno avrebbe bisogno d’essere buono

Eliot

La persona Pietro Tarricone è morta.

Come faccio ad odiare una persona che non c’è più? come faccio ad essere così meschino e vile? Ma incominciamo dall’inizio:

che cosa o chi è una persona?

Cos’è una persona? un sistema biologico, un ammasso bene organizzato di atomi e molecole che sottostanno alle leggi della fisica e della chimica, il prodotto più adattivo derivante dalla selezione naturale, un cittadino con i suoi diritti inviolabili e i suoi doveri rispetto alla comunità di appartenenza, un prodotto costruttivistico della mente, un animale dotato di intelletto…

Chi è una persona? per poter rispondere a questa domanda la cosa è semplice quanto drammatica: bisogna ricorre al nome e al cognome e se si ricorre al nome e al cognome allora, le mani tremano la propria coscienza prende atto che la “cosa”che abbiamo innanzi è una persona esattamente come noi. Prova dolore, ama, ha una figlia e una moglie, ha partecipato a programmi televisivi, era arrogante e sincera, proprio come noi.

Avete mai notato che nei giochi è difficile che “il nemico abbia un volto?” così in Guerre Stellari, tutti soldati dell’esercito nemico hanno un casco bianco che li deumanizza. Li rende un fattore e non un individuo.

Per questo, appena 10 ore dopo la dipartita di Pietro,  il sito comunista Indymedia, mediante  la “tastiera” di Antiparà , può linearmente affermare:

Quindi poca tristezza per questo elemento.
L’unica cosa di cui possiamo dire è: uno di meno.

Cari fascisti di cesso pound: prendete ad esempio! Buttatevi però, per nostra sicurezza, direttamente SENZA paracadute!!!

da Cari Fascisti di Cesso Pound prendete esempio da Taricone

Continua a leggere

Annunci